Prescrizione Sociale: un corso di presentazione

La prescrizione sociale è un mezzo che, basandosi sulle prove scientifiche relative all’impatto dei fattori socioeconomici sulla salute e sull’ipotesi che affrontare i determinanti sociali sia cruciale per migliorare gli esiti di salute, permette ai professionisti sanitari di ricorrere a servizi e risorse non cliniche della comunità a vantaggio del ben-essere dei pazienti, riaffermando la centralità del modello biopsicosociale.

Benché sia un concetto relativamente nuovo nell’assistenza sanitaria perché richiede l’inclusione di partner della comunità locale esterni al settore sanitario, la prescrizione sociale è una pratica già in uso in diversi Paesi europei ed extraeuropei, in particolare nel Regno Unito dove a livello locale è una realtà ben consolidata.

Il 27 giugno, dalle ore 9.00 alle ore 13.00, si terrà nel Salone di Rappresentanza dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Alessandria un evento formativo dedicato al Social Prescribing accreditato ECM, organizzato in collaborazione con Cultural Welfare Center che ha curato la traduzione italiana.

Saranno presentate esperienze internazionali sull’argomento con gli interventi di Mary Lynch, (RN, PGCE, SFHEA, MSc, PhD Executive Vice Dean for Research in Faculty of Nursing & Midwifery, RCSI University of Medicine and Health Sciences, Dublin) e Alejandre Julze (Research Fellow in Public Engagement Behavioural Research Unit, University of Edinburgh)

A presentare il manuale OMS dedicato alla prescrizione sociale saranno presenti la ricercatrice dell’Istituto Superiore di Sanità Ilaria Lega che ha curato la traduzione italiana insieme al CCW, rappresentato da Annalisa Cicerchia (da remoto) Ricercatrice senior all’Istituto nazionale di statistica che dirige presso l’Istat una linea di ricerca su “Nuove domande di benessere e salute post-Covid: la strategia del welfare culturale per il contrasto alle disuguaglianze”.

il programma completo qui: Social prescribing

 

Lascia un commento