Arte e cura

Domenico di Bartolo


L’arte è cura. Sia per chi cura che per chi è curato. Sono ormai numerose le evidenze che lo testimoniano, è sufficiente ricordare il report della Organizzazione Mondiale della Sanità e tradotto in italiano dal Cultural Welfare Center (disponibile qui https://culturalwelfare.center/3496-2/?amp)

Ma la presenza di opere d’arte negli ospedali non è una novità, come testimonia Acosi, la rete degli ospedali storici italiani (https://www.acosi.org/wp-content/uploads/2020/11/MANIFESTO-DEGLI-OSPEDALI-STORICI-ITALIANI.pdf) nata proprio per valorizzare e far conoscere la realtà del patrimonio storico, artistico e culturale degli antichi ospedali italiani (architetture, biblioteche, musei, collezioni, chiese, opere d’arte, strumentazione storica), con appropriati progetti promozionali.

Sul sito della Wellcome Library la https://wellcomecollection.org/articles/ZcDDSBAAACAAKL-_ la storica dell’arte Anne Wallentine spiega perché icone, affreschi, stampe e sculture hanno adornato le pareti di reparti e corridoi per 600 anni

Lascia un commento